08 feb 2011

L'elefante


Se vostra figlia si mettesse in testa di prendere in casa un elefante che fareste???
E' quello che sta succedendo in questi giorni a casa nostra!
Da questi parti c'è stato il circo e domenica abbiamo deciso di andare per far contenta Anna.
Appena arrivati lei è rimasta affascinata da questo mega cartellone con l'elefante, non vi dico quando l'ha visto sul serio, massima eccitazione quando con l'elefante si poteva fare la foto!!!
Ritorniamo a casa con Anna che guarda estasiata questa foto che tiene come un cimelio.
I primi problemi iniziano quando scendiamo dalla macchina, quando con quell'aria ingenua inizia a dire "quando possiamo andarlo a prendere il mio elefante???"
"il tuo elefante???" ......
"si quello con cui ho fatto la foto, è mio mamma!"
Io e mio marito buttiamo la cosa sullo scherzo...
macchè la cosa diventa seria!!! con tanto di pianto, con tanto di sceneggiata strappalacrime dalla nonna con questa foto del suo elefante!!
Vabè sarà stanca speriamo che il sonno porti consiglio.
Ieri mattina tragedia: a casa nostra deve arrivare presto un elefante (secondo Anna) il nonno deve costruire il recinto e Anna attacca una lagna e finchè il nonno non le fa vedere dove in teoria si potrà costruire questo recinto nel giardino non si parte per andare all'asilo.
Quando ritorna a casa sembra che la cosa sia dimenticata, ovviamente tutti evitano di citare la parola elefante.
Ma poi ieri sera quando ci illudiamo che la cosa sia stata dimenticata, Anna prende la foto e inizia a dire "piccolino mi manchi molto ma tra poco torni a casa da me .."
Aiuto!!!!!! ma questa è una candid camera???qualcuno le ha dato un copione???
noi cercavamo di cambiare argomento e lei sempre lì ferma su quest'idea, tanto tra poco prendiamo questo elefante (che ovviamente è quello della foto) così lui sarà contento di avere un'amichetta come lei. Che lei lo guarderà e gli darà da mangiare.
Alla fine abbiamo preso un po' di tempo dicendo che adesso è andato in Africa a trovare la sua mamma e il suo babbo perchè deve dirlo a loro se può venire a stare da noi...
So che vi viene da ridere, ma qui c'è da piangere.....
Considerate che ha solo 3 anni, ma un caratterino niente male!!!

5 commenti:

  1. che storia bella anche se immagino che per voi stia diventando un incubo!!!!! che dici di regalarle un peluches????? un grosso abbraccio katia

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesca puoi raccontare che l' elefante lavora nel circo in tutto il mondo e che puo`forse andare a trovarla solo in Ottobre quando va in ferie. Speriamo che fino ad allora si sia dimenticata del piccolo elefante! Non lo so se sia un buon consiglio, ma puoi provarci. Troppo carina la piccola Anna, dagli un bacione da parte mia! Un bacio, Stefania.

    RispondiElimina
  3. Anch'io avevo pensato a una cosa simile a quella che ha proposto Stefania ma visto che hai detto ad Anna che è in Africa dalla sua mamma, se lei chiede io le direi che la sua mamma vuole che resti con lei e non vuole nemmeno che torni a lavorare nel circo. Ovviamente obietterà ancora qualcosa e tu chiedile se lei lascerebbe la sua mamma per andare a vivere lontano lontano per fare compagnia a un'altra bimba o ad un elefante. Con mia figlia queste storie funzionavano, spero servano anche con Anna. Un bacione Dori

    RispondiElimina
  4. Che forte questi bimbi.
    Ciao Francesca sono passata di qui e ho letto questo bel racconto.
    Mi ha fatto venire in mente che anche il mio piccolo una volta gli ho chiesto: ti piacerebbe avere un cagnolino? No No preferirei una bel trattore (vero).....ma dove lo mettiamo? Per fortuna è cresciuto e con il tempo ha capito che è meglio un cagnolino...hi hi hi.
    Complimenti per il blog ora vado a sbirciare un po'.
    kiss kiss
    barbara

    RispondiElimina
  5. Ciao cara Francesca........che tenerezza questo post.... e che amore il tuo folletto!
    un bacione grande grande.
    nadia

    RispondiElimina

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001